Progetto

Committente
Ufficio Federale delle Strade (USTRA)

Ingegnere civile
Consorzio Valascia T + Valascia G / Marcionelli & Winkler + Partners SA, Edy Toscano SA, Spataro Petoud Partner SA
Consorzio Valascia Quinto / Marcionelli & Winkler + Partners SA, Edy Toscano SA, Spataro Petoud Partner SA, Project Partners Ltd Consulting Engineers

Team mawi
Remo Lanfranchi, Andrea Ferranti, Tania Delmuè, Alfio Lettieri, Francesco Londino, Xavier Mastrosimone, Diego Echavarria

Il progetto EP04 prevede un intervento globale di conservazione (manutenzione e trasformazione) del tratto autostradale N2 compreso tra lo svincolo Varenzo
(km 97+300) ed il portale sud della galleria del San Gottardo (km 108+550).

Nel tratto di 11.25 km è previsto un intervento globale di risanamento degli strati di fondazione stradale, della pavimentazione e di tutte le infrastrutture interrate (rifacimento e messa a norma del sistema di smaltimento delle acque meteoriche convogliate in nuovi impianti di trattamento SABA, delle infrastrutture elettromeccaniche e delle condotte di acqua potabile ed industriale). In aggiunta, a seguito di una campagna di indagini su tutti i manufatti presenti lungo la tratta, sono state identificate tutte le attività necessarie al relativo risanamento ed alla messa a norma secondo le normative ad oggi vigenti. Il rispetto di tali vincoli normativi, ha altresì portato alla realizzazione di nuovi ripari fonici o all’adeguamento di quelli esistenti ed alla sostituzione integrale dei sistemi di ritenuta dei veicoli.
Lungo la tratta sono inoltre presenti la galleria dello Stalvedro, per cui è stato previsto un allargamento della canna SN, il risanamento della canna NS e la realizzazione di due pareti anti-ricircolo fumi, e la galleria artificiale di Quinto che verrà completamente risanata.
Il rifacimento delle infrastrutture elettromeccaniche lungo la tratta ha previsto infine il risanamento di tutti gli edifici tecnici esistenti (Area servizio Stalvedro, Lisera, Varenzo), l’ampliamento dell’edificio tecnico all’interno della galleria artificiale di Quinto e la costruzione di due nuovi edifici, uno in prossimità dell’area di servizio Piotta ed uno a ridosso del portale sud della galleria dello Stalvedro dove verrà realizzato un cunicolo tecnico di attraversamento dell’intera carreggiata.

Il progetto è stato allestito tenendo conto delle caratteristiche peculiari dell’esercizio autostradale (traffico e sistema contagocce per veicoli pesanti) con l’obiettivo principale di arrecare il minor disturbo possibile al traffico stradale. In particolare, durante il periodo estivo (da giugno a settembre) deve essere garantita la gestione del traffico con il sistema 2+2, mentre nel periodo invernale (da ottobre a maggio) è possibile operare con un sistema 1+1 in modo tale da consentire l’esecuzione dei lavori nella galleria dello Stalvedro. Il cantiere è stato quindi suddiviso in numerose sotto-fasi e tappe esecutive che hanno comportato un’analisi dettagliata dei flussi di mezzi e materiali e delle tempistiche legate alle singole lavorazioni. I principali adeguamenti legati al tracciato autostradale sono stati i seguenti:
• ampliamento della canna S-N della Galleria dello Stalvedro (con l’aggiunta di una corsia d’emergenza e con l’adattamento delle banchine allo standard attuale);
• ampliamento della corsia d’emergenza da 2.50 a 3.00-3.40 m (galleria dello Stalvedro canna NS esclusa);
• ampliamenti laterali dovuti agli allargamenti in curva (previsti dalla norma SN 640 105b);
• prolungamento della bretella di “entrata verso sud” da Airolo e conseguente prolungamento del sottopasso pedonale Lisera.

340 Mio

Investimento complessivo

2015-2022

Periodo di realizzazione

Most Recent Entries