Progetto

Committente
USTRA, Filiale di Bellinzona

Ingegnere civile
Consorzio IG WIMA / Marcionelli & Winkler + Partners SA, ewp AG
Consorzio IG IMARO / Marcionelli & Winkler + Partners SA,
Spataro Petoud Partner SA, dsp AG, ewp AG

Team mawi
Fabio Bernasconi, Remo Lanfranchi, Tania Delmué,
Mauro Sogni, Andrea Cereda, Brian Lilla, Xavier Mastrosimone,
Gionas Granela, Diego Echavarria, Filippo Bernasconi

La circonvallazione di Roveredo ha permesso di spostare la strada nazionale al di fuori dalla zona abitata del paese grazie alla realizzazione della nuova galleria San Fedele di 2.4 km.

A sud della nuova galleria, il tracciato, in territorio di San Vittore si sovrappone al tracciato esistente nei pressi dell’area di servizio Campagnola. La nuova autostrada attraversa il fiume Moesa in corrispondenza del ponte Campagnola ed in seguito corre tra il piede della montagna e la campagna a sud di Roveredo. A nord del nuovo tunnel San Fedele il tracciato collega il portale dello stesso tunnel con il tracciato dell’autostrada esistente in zona Pascoletto a Grono. La lunghezza totale della nuova circonvallazione è di circa 5,7 km.
La parte sud del tracciato della nuova Circonvallazione di Roveredo ha una lunghezza complessiva di circa 1,1 km. Questi 1,1 km sono composti da un primo tratto che si sovrappone al tracciato esistente modificandone la larghezza ma non la quota, e da un secondo tratto tra la zona Campagnola, il ponte sul fiume Moesa ed il portale del tunnel, che si snoda sull’attuale campagna a sud di Roveredo. Oltre alla realizzazione del tracciato autostradale sono stati realizzati due impianti per il trattamento delle acque meteoriche provenienti dalla strada e le acque del drenaggio della galleria. In zona Campagnola si è pure proceduto alla realizzazione di un sottopasso che collega l’area di sosta Campagnola in direzione S-N con l’area di servizio Campagnola in direzione N-S. Sul sedime dell’attuale area di sosta in direzione nord è prevista la realizzazione di una nuova area di sosta con affiancato un nuovo centro per il controllo dei veicoli pesanti diretti verso nord.
Oltre al tracciato autostradale a sud di Roveredo si è pure proceduto con la realizzazione della nuova strada d’accesso a San Vittore. Essa attraversa la campagna e collega il nuovo semisvincolo di San Vittore con la strada cantonale San Vittore – Roveredo.
La nuova carreggiata aggira il paese di San Vittore attraversando la campagna. Il nuovo tratto, con una lunghezza di ca. km 1.5, inizia in corrispondenza della rotonda Mondan (200 m a ovest dell’area di sosta Campagnola) e termina al confine tra San Vittore e Roveredo con la rotonda Sassello.
Il tracciato nord ha una lunghezza complessiva di circa 2,2 km ed è composto da un primo tratto, tra il tunnel ed il ponte sul fiume Calancasca, che si snoda sull’attuale campagna a nord di Roveredo; e da un secondo tratto che si sovrappone al tracciato esistente modificandone la larghezza e la quota. Con la realizzazione del nuovo tracciato si è pure creato un nuovo svincolo nelle immediate vicinanze di quello esistente da e verso il paese di Roveredo. Oltre alla realizzazione del tracciato autostradale sono pure stati formati due impianti per il trattamento delle acque meteoriche provenienti dalla strada. Uno in zona Vera ed uno in zona Mondan.
Con la realizzazione della nuova circonvallazione si è andati a migliorare sensibilmente l’impatto del traffico sugli abitati di Roveredo e Grono grazie alla messa in galleria, grazie alla realizzazione di una serie di ripari e colline foniche e grazie all’abbassamento del tracciato in corrispondenza dell’abitato di Grono.
La realizzazione del nuovo tracciato autostradale è stata impegnativa ed ha richiesto diversi anni di lavori vista la sovrapposizione parziale tra il tracciato nuovo ed esistente. L’attenta pianificazione e la massima attenzione durante la realizzazione hanno permesso di portare a termine i lavori garantendo in modo continuo l’agibilità dell’autostrada, la sicurezza del traffico e il minimo disturbo per la popolazione della regione.

Manufatti
Il tracciato della nuova circonvallazione di Roveredo ha portato l’autostrada a intersecarsi con fiumi ed altre vie di traffico. Per superare tali ostacoli si è quindi resa necessaria la realizzazione di 3 nuovi ponti e 3 nuovi sovrapassaggi.
A sud del nuovo tunnel San Fedele, per l’attraversamento del fiume Moesa è stato realizzato il nuovo ponte Campagnola. Il nuovo ponte ha una lunghezza totale di 94 m ed è stato realizzato quale trave continua a 3 campate in calcestruzzo precompresso con campate di 27 m, 40 m e 27 m. Il ponte è in realtà formato da due ponti affiancati ed uniti che danno al manufatto una larghezza totale di oltre 24 m permettendo il passaggio del traffico su due corsie per parte oltre alle relative corsie d’emergenza. Il ponte è stato eseguito 2 tappe: dapprima il ponte Sud ed in seguito il ponte Nord. Il ponte Sud è quindi stato utilizzato durante tutti i lavori principali di realizzazione della galleria quale accesso al cantiere del tunnel San Fedele e alla zona delle installazioni di cantiere e di gestione dei materiali.

Ponte Prové
Direttamente collegato al portale Nord del tunnel San Fedele è stato realizzato il nuovo ponte Prové. Il ponte, con i suoi 128 m, è il più lungo della circonvallazione e permette l’attraversamento in sbieco del fiume Moesa a nord del paese di Roveredo. Il manufatto è stato concepito quale trave continua a 4 campate in calcestruzzo precompresso con campate di 28.5 m, 35.5 m, 35.5 m e 28.5 m.
La sezione trasversale è a cassone ed ha una larghezza che varia da 14 m fino a quasi 16 m collegando il tunnel a 2 corsie con il tracciato a 4 corsie.

Sottopasso Vera
Nei pressi del nuovo svincolo autostradale è stata necessaria la realizzazione del nuovo sottopassaggio Vera. Il nuovo sottopasso è il più piccolo manufatto della circonvallazione ed è stato concepito quale telaio con una luce netta di circa 11,5 m ed una larghezza di 25 m. Il sottopasso permette il passaggio delle 4 corsie autostradali e della corsia d’entrata in direzione nord al di sopra delle corsie d’entrata e d’uscita dello svincolo.

Ponte Calancasca
Il fiume Calancasca, al confine tra i comuni di Roveredo e Grono è attraversato con uno angolo sbieco dal nuovo tracciato autostradale principale e dalla corsia da Coira in uscita allo svincolo di Roveredo. L’attraversamento del fiume Calancasca è quindi stato realizzato con 2 ponti indipendenti: il ponte principale con una lunghezza totale di 122.0 m formato da due ponti a cassone affiancati e collegati tra di loro con 3 campate in calcestruzzo precompresso; il ponte della corsia di uscita da Coira è analogo quale tipologia strutturale ed è formato da un manufatto singolo a cassone.

Soprappassaggio La Guerscia e soprappassaggio Ai Mondan
Questi manufatti già presenti sul tracciato esistente, sono stati demoliti ricostruiti con le nuove dimensioni imposte dall’altezza libera richiesta e dalla larghezza del nuovo tracciato autostradale. La geometria tiene inoltre conto di un eventuale futuro allargamento della corsia d’emergenza del tracciato da 1.25 m a 3.00 m.
I ponti si trovano in prossimità di Grono e hanno come fine quello di garantire l’accessibilità alla campagna a est del tracciato autostradale. Entrambi i nuovi soprappassaggi sono stati realizzati quale ponte a telaio con pile a V (Sprengwerk) in calcestruzzo armato precompresso. La struttura portante presenta una trave continua a tre campate. La campata centrale ha una luce di 25.00 m, mentre le due laterali hanno una luce di 12.50 m ciascuna. La lunghezza complessiva del ponte è di 52.00 m.

CHF 51 Mio (tracciato) - CHF 31 Mio (manufatti)

Costi d’opera del genio civile

CHF 437 Mio

Investimento complessivo

2007-2016

Periodo di realizzazione

Most Recent Entries